Diario coronavirus /29

Piccoli gesti quotidiani mentre sui quotidiani, intesi come giornali, sempre di più si scrive della fase 2 di ripresa. Ecco allora all’ orizzonte uno spiraglio, ma per favore, non chiamiamola normalità, perché questo termine non ha più senso di esistere.

Occorre prepararci ad un nuovo mondo che, mi auguro, non sarà più come il vecchio. Tabula rasa. Vedremo…

Oggi ho provato a raccontare la mia giornata in poche immagini.

Con la prospettiva di riprendere a uscire inizia a tornare prepotente la voglia di fotografare.

Sì, perché io ho due modi di raccontare la realtà che mi circonda: la scrittura e la fotografia.

Mentre la scrittura permette un esercizio che si può fare in ogni luogo, anche in pochi metri quadrati, la fotografia, almeno per me, ha una dimensiona più ampia legata all’attività di camminare e viaggiare.

Il terzo elemento, il più importante perché racchiude i precedenti, è il mistero.

Il mistero inteso non solo come raccontare storie di fantasmi, leggende, creature bensì concepito come il ricercare l’essenza metafisica di luoghi, storie e persone.

Un mistero che può manifestarsi nella sperduta vetrina di un negozio di rigattiere di una periferia di provincia sino alle guglie del duomo di Milano.

L’importante è sentirne lo spirito, percepirlo.

Pubblicato da Passeggiate nel Mistero - Gian Luca Marino

Gian Luca Marino scrittore e reporter del mistero

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: