Los Molinos – Ibiza misteriosa

Giugno 2018. Nel corso di una lunga passeggiata con Davide Traversa scopro una zona, appena dietro a Figueretas, in cui fino a quel momento ero stato solo di passaggio: Los Molinos.

Nomen omen, dicevano i latini ed è proprio così: in questa parte di Eivissa sono i mulini a essere protagonisti. 

Durante l’esplorazione, senza andare lontano, riscopriamo un quartiere ricco di storia e suggestioni.

Ci fermiamo ad osservare le costruzioni: adesso sono chiuse e si ergono a semplici monumenti ma un tempo quei mulini erano un elemento fondamentale per l’economia locale.

Qualche giorno dopo io e Davide decidiamo di visitare il  Museo Monografico e necropoli cartaginese di Puig des Molins una tappa che mi sento di consigliare vivamente a chi vuole capire qualcosa di più sulle origini e sullo spirito di Ibiza.

All’interno di una delle teche rimango ammaliato dal primo busto originale della dea Tanit che gli studiosi dicono provenga da un’altra terra a me molto cara: la Sicilia.

Il museo è intrigante: si possono ammirare le vestigia lasciate nelle isole da questi tre popoli: fenici, cartaginesi e romani. Nelle sue sale si raccolgono reperti provenienti dalle necropoli di Puig des Molins, nelle cui camere funerarie sono stati rinvenuti collane, utensili di bronzo e piombo, proiettili, amuleti e monete. Oltre al busto della dea Tanit, è da segnalare la collezione di uova di struzzo decorate.

La struttura museale offre, tra le altre cose, anche una parte sotterranea da visitare: quella della necropoli cartaginese che era un vero e proprio cimitero fin dalla fondazione della città.

L’area è la necropoli più grande e meglio conservata di questa cultura in tutto il Mediterraneo con tremila tombe alcune delle quali visitabili.

Una misteriosa leggenda racconta del fantasma della grotta del Babaluet.

Una famiglia araba si nascose in una grotta nella zona della necropoli punica di Puig d’es Molins, a seguito della conquista cristiana dell’isola. Fino a che un giorno fu scoperta da un giovane soldato che si innamorò della figlia maggiore. Alla fine la giovane donna venne assassinata per evitare il matrimonio con l’infedele. Da allora si racconta che lo spirito della giovane appaia alcune notti all’anno a quelli che osano passare davanti alla grotta di Babaluet.

Ibiza è considerata una rotta magica dove vanno a morire gli spiriti sensibili e feriti. I Punici e i Cartaginesi scelsero l’isola per offrire i loro culti alla dea Tanit in attesa della morte e di essere seppelliti nella necropoli di Puig des Molins. 

Ai nostri tempi, osserva Planells, possiamo trovare una similitudine nella numerosa legione di intellettuali e artisti che hanno scelto Ibiza come dimora.

Nelle tombe della necropoli di Puig des Molins si sono ritrovate parecchie uova di struzzo decorate con motivazioni floreali. L’archeologa Miriam Astruct riconduce le uova decorate a una chiara influenza di origine fenicia, l’uovo di struzzo ha una potente simbologia: rappresenta il recipiente sacro che contiene il soffio vitale. I Cartaginesi credevano all’esistenza di un principio vitale, un’anima concepita come un “colpo”.

Tratto dal libro di Gian Luca Marino Ibiza misteriosa con le storie di Davide Traversa Undici Edizioni

Fotografie di Gian Luca Marino

Pubblicato da Passeggiate nel Mistero - Gian Luca Marino

Gian Luca Marino scrittore e reporter del mistero

4 pensieri riguardo “Los Molinos – Ibiza misteriosa

    1. Ciao. Poco prima che accadesse tutta la situazione di cui siamo a conoscenza, mi ha contattato un Tour Operator per organizzare tour a Ibiza. Io avrei dovuto fare da narratore portando le persone sui luoghi descritti nel mio libro e sulle pagine di questo blog. Purtroppo tutto è sospeso. Non sappiamo quali saranno le ripercussioni future, come si evolveranno turismo e viaggi. Io penso che ci sarà un incremento dei percorsi, passami il termine, a “km 0”, cioè in prossimità al luogo di residenza. Mi hai dato spunto per un prossimo articolo…Grazie

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: